Perifrasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La perifrasi o circonlocuzione è una figura retorica, detta anche comunemente "giro di parole" e consiste nell'utilizzare, anziché il termine proprio, una sequenza di parole per descrivere una persona o una cosa. In essa, quindi, il significato di una parola o di una frase è espresso dalla descrizione dei rapporti di quel concetto con altri elementi: si ottiene così una serie diversa di parole o frasi, in genere più lunga. La parola perifrasi deriva dal greco, perí, intorno, phrázo, dire, mentre l'equivalente termine circonlocuzione viene dal latino. Entrambe significano "fare una frase attorno".

Le perifrasi possono essere usate nel linguaggio di tutti i giorni per evitare una ripetizione ravvicinata dello stesso termine, per rendere meglio comprensibile un concetto complicato dal punto di vista tecnico, oppure per evitare termini che possono essere percepiti come non rispettosi (eufemismi), ma anche per dare varie sfumature all'oggetto (con tono celebrativo, ridicolizzante o quant'altro).

Esempi:



La maggior parte di queste figure retoriche si trovano nell'epica greca e latina. Molto spesso vengono utilizzate con degli eroi omerici quali, ad esempio, Ulisse, Achille, Ettore, Priamo.

Altri progetti

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Linguistica