Ittiologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'ittiologia (dal greco: ἰχθύς, ikhthus, "pesce"; e λόγος, logos, "studio") è il ramo della zoologia che studia gli organismi comunemente intesi come "pesci", ovvero i pesci ossei (Actinopterygii), quelli cartilaginei (Chondrichthyes) e gli Agnatha, che costituiscono il gruppo di vertebrati più numeroso, viventi nell'idrosfera. Mentre una maggioranza delle specie è stata probabilmente scoperta e classificata, approssimativamente 250 nuove specie sono ufficialmente registrate dalla scienza ogni anno. Secondo il FishBase, fino al 2011 sono state catalogate 32.100 diverse specie di pesce. Nel mondo vi sono più specie di pesce rispetto a tutti gli altri tipi di vertebrati: mammiferi, anfibi, rettili e uccelli.

Come branca della zoologia l'ittiologia studia i pesci dal punto di vista evolutivo-filogenetico, morfologico, anatomico, fisiologico, ecologico, etologico e sistematico.

Come branca della paleontologia l'ittiologia studia anche i pesci, vissuti in ere geologiche passate, o meglio i loro resti fossili.

Indice

Note

Bibliografia

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
  • Tortonese E. Ambienti e pesci dei mari tropicali, Calderini, 1983
  • Zerunian S. Condannati all'estinzione? Biodiversità, biologia, minacce e strategie di conservazione dei Pesci d'acqua dolce indigeni in Italia, Edagricole 2002
  • Kottelat M., Freyhof J. Handbook of European Freshwater Fishes, Publications Kottelat, Cornol (CH), 2007
  • Cognetti G., Sarà M., Magazzú G. Biologia marina, Calderini, 2002
  • Stella Emilia Fondamenti di limnologia - Guida allo studio delle acque continentali, Edizioni dell'Ateneo, 1984

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci