Cricotiroidotomia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esculaap4.svg Cricotiroidotomia Esculaap4.svg
Procedura chirurgica Larynx external Cricothyrotomy.gif

Dove si interviene
Classificazione e risorse esterne
ICD-9 30.29
MeSH Laryngectomy
Sinonimi
Critotirotomia

Tirocricotomia

Coniotomia

Cricotomia

La cricotiroidotomia è un intervento chirurgico di apertura delle vie aeree a livello della membrana cricotiroidea, nella regione anteriore del collo, utilizzato in situazioni di emergenza come nei casi di soffocamento o di trauma facciale.

Indice

Procedura

Questa tecnica prevede che si vada a bucare la parete anteriore della laringe a livello del legamento cricotiroideo, ovvero la membrana situata nello spazio immediatamente sotto il pomo d'Adamo (cartilagine tiroidea) e la sottostante cricoide, lungo circa 1.5 cm. Tale foro permette di raggiungere l'interno della laringe al di sotto della piega vocale.

Il taglio effettuato sulla superficie esterna deve essere ampliato con un'altra piccola incisione che coinvolge la membrana cricotiroidea, e ancora con un piccolo dilatatore o con il manico del bisturi stesso (tecnica Seldinger). Altra tecnica utilizzata è la DiGiacomo.

Immediatamente si provvede a far penetrare l'ago cannula sottile (la misura utilizzata è solitamente la 15), il cui compito è quello di far ventilare il paziente: l'aria deve sia entrare che uscire dalle due estremità create. La durata dell'intervento va da pochissimi secondi a due minuti circa, in base alla tecnica impiegata (tecnica percutanea con ago, inserimento di microcannula o mini cricotiroidotomia, cricotiroidotomia chirurgica d'urgenza, ecc.).

La natura elastica della membrana cricotiroidea contribuisce ad evitare che eventuali emorragie, peraltro rare, possano far entrare sangue nella trachea.

Nei bambini

Nei bambini fare una tracheotomia d'urgenza è più complicato che nell'adulto, perché la conformazione anatomica della trachea del bambino fino ai 12 anni è particolare: la parte alta è molto più larga, per cui passano facilmente degli oggetti estranei che i bambini usano portare alla bocca, ma a livello della cartilagine cricoide c'è un brusco restringimento che blocca un eventuale corpo estraneo. Praticando una cricotirotomia il bambino si salva, mentre una tracheotomia si potrebbe mettere a tutto lume sulla trachea il corpo estraneo e impedirebbe completamente il passaggio dell'aria.

Negli adulti

Nell'adulto questo non succede vista la diversa conformazione anatomica per cui l'eventuale corpo estraneo va a bloccarsi più in basso, magari a livello di un bronco. Questo escluderà dalla ventilazione un polmone ma l'altro, rimasto pervio, permette di intervenire con maggiore calma che nel bambino.

Confronto con la tracheotomia

Rispetto alla tracheotomia, tecnica chirurgica standard in casi simili, la cricotiroidotomia risulta meno invasiva e meno diffusa. Confrontando le due tecniche si osserva:

  • esecuzione più rapida,
  • riduce la comparsa di effetti collaterali immediati ed a distanza,
  • procedura per cui occorre uno specifico allenamento,
  • può causare ipossia.

Note

Bibliografia

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004. ISBN 88-299-1716-8.

Voci correlate