4º Reggimento carabinieri a cavallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
4º Reggimento Carabinieri a Cavallo
Scud Reggimento Cavallo.gif
Descrizione generale
Attiva 1963 - oggi
Nazione Italia Italia
Servizio Arma dei Carabinieri
Tipo Cavalleria
Dimensione Reggimento
Parte di
Comandanti
Comandante attuale Col. Gianni Massimo Cuneo

fonte Sito Carabinieri.it

Voci su gendarmerie presenti su Wikipedia
Carabinieri a cavallo

Il 4º Reggimento carabinieri a cavallo è stato istituito il 1º aprile 1963 nell'ambito di una riorganizzazione dell'Arma dei Carabinieri.

Il Comando del 4º Reggimento, retto attualmente dal Colonnello Gianni Massimo Cuneo, (il 20º comandante) ha la sua sede presso la Caserma Salvo D'Acquisto in Roma, fa parte della Divisione Unità Mobili ed è alle dipendenze della 1ª Brigata Mobile.

Indice

Storia

Eredi delle tradizioni equestri dell'Arma, i Carabinieri a cavallo sono stati protagonisti dei maggiori fatti d'arme fin dal 1815 a Grenoble; prima battaglia a cui prese parte l'allora Corpo dei Carabinieri Reali; noti sono gli Squadroni da Guerra che, assegnati alla protezione del Re Carlo Alberto durante la prima guerra di indipendenza, a Pastrengo il 30 aprile 1848 salvarono il sovrano dagli austriaci, mettendo in atto quella che è passata alla storia come l'eroica Carica di Pastrengo. Per l'epico fatto, il Re Vittorio Emanuele III concesse alla bandiera di guerra la prima medaglia d'argento al Valor Militare.

Li ricordiamo nella Prima guerra mondiale, quando furono i primi ad entrare in Gorizia liberata. Nel Secondo conflitto mondiale, carabinieri a cavallo parteciparono su tutti i fronti, fino alla difesa di Roma, alla Magliana, nel settembre 1943.

In ricordo degli eventi di Pastrengo il 30 aprile 1963, in occasione del 115º anniversario del fatto d'arme, il Presidente della Repubblica ha concesso al Reparto lo Stendardo di Guerra.

Il 4º Reggimento Carabinieri a Cavallo è l’unico reparto interamente montato delle Forze Armate Italiane. Nell’ambito delle ristrutturazioni ordinative dei reparti mobili dell’Arma, il 1º Aprile 1963 fu costituito il 4º Reggimento Carabinieri a Cavallo, inquadrato nell’XI Brigata Meccanizzata Carabinieri ed articolato su Squadrone Comando, Squadrone Motobilindato, 1º Gruppo Squadroni “Pastrengo”, 2º Gruppo Squadroni Allievi e Centro Ippico.

Il 15 giugno 1965, la configurazione ordinativa venne modificata attraverso il passaggio di dipendenza alla Legione Allievi di Roma del Gruppo Squadroni Allievi e l’acquisizione dei tre Gruppi Squadroni Territoriali di Milano, Cagliari e Palermo, che assunsero la denominazione di 2º, 3º e 4º Gruppo Squadroni.

Dal 1º gennaio 1966, il Centro Ippico Carabinieri passò alle dipendenze del Comando Generale per essere sciolto l’anno successivo, quando le Sezioni che lo componevano vennero inserite nel Centro Preolimpionico di Montelibretti. Nel 1968 vennero soppressi lo Squadrone Motoblindato ed i Gruppi Squadroni di Milano, Cagliari e Palermo.

Il 10 marzo 1976, il Reggimento fu articolato su un Reparto Comando, un Gruppo Squadroni ed un Centro Ippico. Il 1º settembre 1977, la denominazione venne modificata in “Reggimento Carabinieri a Cavallo” ed il Centro Ippico fu riconfigurato con due sezioni: Addestramento e Corsi e Perfezionamento e Rimonta.

Dal 1º ottobre 2007 il Reggimento ha ripristinato l’antica denominazione di “4º Reggimento Carabinieri a Cavallo”. Erede delle gloriose tradizioni ippiche dell'Arma dei Carabinieri.

Il Gruppo Squadroni esegue il celebre ed entusiasmante Carosello storico dei carabinieri, a dimostrazione dell'addestramento raggiunto dai cavalieri dell'Arma. Il Carosello -unico al mondo- è un alternarsi fluido e ritmico di figure complesse e non prive di un certo rischio, eseguite con grande abilità e perizia; esso deriva dagli antichi tornei equestri medioevali.

Il primo Carosello risale invece al 3 maggio 1883, e si svolse a Roma, in occasione delle nozze tra Tommaso di Savoia ed Isabella di Baviera nella splendida cornice di Piazza di Siena a Villa Borghese in Roma. Il Carosello attuale, viene eseguito per la conclusione dello Concorso Ippico Internazionale di Roma , proprio in piazza di Siena, dal il 9 luglio del 1933. In quell’occasione le diverse formazioni che vi presero parte indossavano ciascuna una diversa uniforme storica dell’Arma: ciò valse all’esibizione equestre l’appellattivo di “Carosello Storico dell’Arma dei Carabinieri”.

La tradizionale esibizione del Gruppo Squadroni in Piazza di Siena, è giunta all’82ª edizione.

Compiti

I compiti del reparto riguardano :

  • la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica
  • il controllo del territorio tramite pattugliamenti a cavallo nelle aree verdi urbane
  • rastrellamento di zone impervie
  • supporto ai reparti dell'Arma territoriale
  • l'attività di rappresentanza e d'onore presso le sedi istituzionali
  • l'attività sportiva che tanto lustro ha portato all'Arma ed all'Italia
  • addestramento e formazione del personale e cavalli

Organizzazione

Il 4º Reggimento - unico reparto interamente montato delle Forze armate italiane - è attualmente costituito da:

  • Ufficio comando (retto dal magg. Marco Piras, capo ufficio e aiutante maggiore), articolato su tre sezioni, (segreteria e personale, operazioni, logistica)
  • Squadrone Comando e Servizi (comandato dal cap. Maurizio Pettinari), con alle dipendenze la Fanfara a Cavallo (retta dal M.A.s.UPS Fabio Tassinari) e tre squadre: Servizi, Trasporti e Mascalcia.
  • Gruppo squadroni "Pastrengo", (comandato dal ten. col. Gaspare Giardelli), articolato su due squadroni, il primo con cavalli di colore - attualmente al comando del cap. Alessandro Brunetti - ed il secondo con cavalli grigi, al comando del cap. Marco Belilli
  • Centro Ippico, (al comando del cap. Giuseppe Talamo)
  • Infermeria Quadrupedi (diretta dal ten. col. vet. Marco Argentieri)

In campo agonistico, si ricordano i numerosi risultati sportivi dei cavalieri dell' Arma come il generale di divisione Raimondo D'Inzeo già comandante del Gruppo squadroni, pluricampione del mondo ed olimpico, ed altri cavalieri come il gen. Giancarlo Gutierrez, i col. Todini,Cisi,Capozzella, ed i marescialli A. Oppes, M. Vagnarelli, D. Costantini, solo per citarne alcuni.

Il Reggimento, svolge anche riprese d'equitazione per i figli dei militari dell'Arma e provvede alle sedute di ippoterapia in favore di associazioni per disabili.

Da sempre mascotte della fanfara a cavallo del reparto è una cagnetta (si ricordano Trombetta, Birba e Lady)oggi, Briciola.

Comandanti del Reggimento

Grado Nome Periodo
colonnello m.b.v.m Gaetano del Porto 1963 - 1965
colonnello m.a.v.m. t.sg Romolo Dalla Chiesa 1965 - 1969
colonnello m.b.v.m. Giovanni Piantoni 1969 - 1972
colonnello Francesco lo Sardo 1972 - 1976
colonnello t.sg Riccardo Agnetis 1976 - 1977
colonnello t.sg Cesare Vitale 1977 - 1979
ten. colonnello Giancarlo Gutierrez 1979 - 1980
colonnello Michele Schettino 1980 - 1983
colonnello Leo della Porta 1983 - 1984
colonnello Attilio Vittorioso 1984 - 1987
colonnello t.s.f.p. Sergio Giannone 1987 - 1990
colonnello t.s.f.p. Antonio d'Errico 1990 - 1992
colonnello Norberto Capozzella 1992 - 1998
colonnello Adrio Petraccini 1998 - 2000
colonnello t.s.g. Antonio Ricciardi 2000 - 2002
colonnello Flavio Garello 2002 - 2005
colonnello Giorgio Dino Guida 2005 - 2007
colonnello Francesco Ferace 2007 - 2010
colonnello Francesco Azzaro 2010 - 2013
colonnello Gianni Massimo Cuneo 2013

Onorificenze

Il Ministero della Difesa ha concesso al 4º Reggimento a Cavallo la Croce di Bronzo al Merito dell'Arma dei Carabinieri.

Voci correlate